.

.

Ciambella con farina di castagne



Se andando nelle zone di produzione di castagne riuscite a trovare della farina macinata a pietra, vi consiglio di farne una piccola scorta e di provare questa ricetta. La forma a ciambella è stata scelta per ottenere una migliore cottura del dolce, data la particolare consistenza della farina di castagne. Il dolce può essere conservato, sotto l’apposita campana, anche per una settimana.

Cucina vegetariana: questa ricetta rientra nella dieta latto-ovo-vegetariana universalmente definita "classica".

Ingredienti:
  • 150 g di farina di castagne
  • 200 g di farina 00
  • 300 g di zucchero di canna
  • 3   uova
  • 120 ml di olio di oliva
  • 150 ml di latte
  • 2   cucchiai di Rum
  • 1   cucchiaino di semi di finocchietto
  • 100 g di uva passa
  • 50  g di pinoli
  • burro per ungere la teglia q.b.
  • farina per infarinare la teglia q.b.
Come procedere:

iniziate subito a sbattere gli albumi, in una ciotola, con una frusta elettrica, e metteteli da parte.
In un'altra ciotola mettete lo zucchero di canna e i tuorli, e ancora con la frusta elettrica sbatteteli finché avrete ottenuto una crema spumosa.
Ora, con la frusta elettrica impostata sulla velocità minima, aggiungete alla crema, nell’ordine, l’olio, versandolo a filo, il latte, le due farine e il lievito, entrambe setacciati, in modo che tutti gli ingredienti vengano incorporati e amalgamati.
Aggiungete il Rum, i semi di finocchio e l'uvetta, che avrete fatto rinvenire in acqua tiepida.
Per ultimo unite al composto gli albumi montati a neve mescolando con un cucchiaio di legno e avendo cura di effettuare un movimento rotatorio dal basso verso l'alto per mantenere l'impasto spumoso.
Imburrate e infarinate una teglia da forno per ciambella di cm 26 diametro, versatevi il composto, spargetevi sopra i pinoli e infornate a forno preriscaldato a 180 gradi per 45 minuti: è comunque bene fare sempre la prova stecchino.
Appena sfornata, fate raffreddare la ciambella su una gratella per dolci.

Buon dolce

Il vino: un vino passito dolce, dal profumo intenso, si accompagna bene con il sapore leggermente affumicato della farina di castagne. Nella foto e per la nostra degustazione abbiamo fatto ricorso al Vin Santo di Vigoleno.

Stampa il post

Nessun commento:

Posta un commento