.

.

Arancine di riso



Splendido piatto siciliano, da non perdere in occasione di un viaggio sull’Isola, da degustare nelle varie versioni in cui viene proposto. All’apparenza sembra complicato da preparare, ma, quando mi sono cimentata a farle la prima volta, mi sono resa conto che richiedeva soltanto un po’ più di tempo rispetto ad altri piatti.

Ingredienti:

per il risotto:
  • 1000 ml  acqua
  • 400   g di riso carnaroli
  • 1      cipolla piccola
  • 2      dadi da brodo, per brodo vegetale
  • 1      bustina di zafferano
  • 20    g di burro
  • 50    g di parmigiano
  • 2      cucchiai di olio extra vergine di oliva
per il ripieno (sugo ragù):
  • 230 g di carne macinata (metà manzo e metà maiale)
  • 1     cipolla piccola
  • 1/2  carota
  • 1     pezzetto di sedano
  • 30   ml di vino bianco
  • 30   ml di latte
  • 30   g di concentrato di pomodoro (1 cucchiaio abbondante
  • 130 g di passata di pomodoro
  • 70   g di piselli
  • 100 g di formaggio filante e saporito
  • 2     cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • sale e pepe q.b.
  • pangrattato per la panatura q.b.
  • olio di oliva o olio di semi, per friggere q.b.
Come procedere:

per la preparazione del riso:

in un tegame capace fate rosolare, a fiamma bassa, la cipolla tagliata finemente, con due cucchiai di olio extra vergine di oliva e due cucchiai di brodo vegetale, preparato in precedenza facendo sciogliere 2 dadi da brodo in un litro di acqua calda;fate rosolare la cipolla fino a quando diventerà trasparente.
Aggiungete il riso e fatelo insaporire, mescolando di continuo con un cucchiaio di legno per un paio di minuti, quindi versate sul riso il brodo vegetale; coprite con un coperchio e lasciate cuocere a fiamma bassa finché il riso non avrà assorbito tutto il brodo e risulterà cotto (se necessario aggiungete altro brodo); poco prima di spegnere aggiungete lo zafferano, il burro ed il parmigiano grattugiato, e amalgamate il tutto. Lasciate raffreddare il risotto e intanto preparate il ragù per il ripieno.

Per la preparazione del ripieno:

mondate sedano carota e cipolla, tagliate le verdure finemente è fatele rosolare in un tegame con due cucchiai di olio extra vergine di oliva per due o tre minuti, aggiungete la carne tritata e fate rosolare fino a che la carne non avrà rilasciato tutto il suo succo; aggiungete il vino bianco e lasciate cuocere finché il vino non sarà completamente evaporato. Aggiungete il concentrato di pomodoro, mescolate bene e versate infine la passata di pomodoro e i piselli; fate cuocere, a tegame coperto,per 30-40 minuti e a metà cottura aggiungete il latte.

Per la preparazione delle arancine:

prendete circa due cucchiai di riso, ormai freddo, metteteli nel palmo della mano e schiacciatelo in modo da formare un incavo al centro, a mo’ di coppa, mettetevi un paio di dadini di formaggio, un cucchiaio di ragù con piselli, altri due-tre dadini di formaggio e  chiudete con un altro strato di riso in modo da formare una palla omogenea, senza spaccature, per evitare che durante la frittura fuoriesca il ripieno.
Per formare più facilmente le arancine, che potranno essere a forma tonda o conica, è bene tenere a portata di mano un recipiente con dell’acqua per bagnarsi ogni tanto le mani, in modo che il riso non vi si attacchi.
Passate le arancine nel pangrattato, volendo si possono anche passare prima nell'uovo (io non l'ho usato); friggetele in olio di oliva abbondante e bollente, servendovi di un pentolino non troppo grande dal momento che per ottenere una frittura perfetta è necessario che le arancine siano completamente immerse nell'olio.
Scolatele con un mestolo forato quando avranno assunto un bel colore dorato e mettetele su carta da cucina.
Le arancine vanno servite calde e quindi, dovendole preparare prima, sarà bene tenerle in una teglia nel forno preriscaldato e spento.

Buon appetito

Stampa il post

Nessun commento:

Posta un commento