.

.

Crostata di verza e salsiccia



Un modo interessante per utilizzare la verza facendone un piatto da servire come antipasto o come secondo, più semplice e rustico della ricetta degli Involtini di verza, già pubblicata, ma altrettanto valido.

Ingredienti (per 8 persone):
  • 1 cavolo verza
  • 200 g di salsiccia
  • 200 g di ricotta
  • 3 uova 
  • 1 cipolla
  • 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • sale e pepe q.b.
Come procedere per la pasta:

iniziate subito a preparare l'impasto: mettete la farina in una ciotola piuttosto grande, formate al centro un cratere, versatevi il sale, parte dell'acqua e l'olio, con una forchetta iniziate ad amalgamare il tutto, aggiungendo via via il resto dell'acqua, quindi, continuate a lavorare l'impasto, se volete aiutandovi con le mani, sino a quando la farina non sarà stata tutta incorporata.
Trasferite l'impasto sulla spianatoia e lavoratelo a mano fino ad ottenere una palla di pasta morbida e liscia; dividetela in 4 parti, coprite i pezzi con una ciotola e lasciate riposare per circa mezz'ora.
Come procedere per il ripieno:
mondate, lavate la verza e fate bollire le foglie private della costa centrale in abbondante acqua salata per 5 minuti. Scolatele e quando sono fredde strizzatele bene e tritatele finemente con la mezzaluna. Mettete in un tegame olio, cipolla, mondata e tagliata finemente, e la salsiccia privata della pelle e sbriciolata; fate rosolare a fuoco basso, mescolando con un cucchiaio di legno, quindi aggiungete la verza tagliata e fate insaporire il tutto mescolando per 4-5 minuti; togliete dal fuoco e appena si sarà raffreddato aggiungete la ricotta, due delle tre uova regolando di sale e di pepe.
Con il mattarello stendete un disco di pasta e ponetelo su una teglia leggermente oleata, facendo in modo che un po' della pasta fuoriesca dal bordo; distribuite il ripieno preparato sulla pasta e rimboccate tutt'intorno i lembi. Stendete un altro disco con la pasta rimasta e ricavatene delle strisce, con le quali formerete la classica griglia della crostata. Spennellate la pasta con il restante uovo, leggermente sbattuto, e fate cuocere in forno preriscaldato a 200° per 30 minuti circa. È comunque sempre utile controllare la cottura, che può variare in base a ciascun forno: la crostata deve assumere un bel colore dorato.

Buon appetito


Stampa il post

1 commento:

Anna ha detto...

Dalla Puglia, complimenti per la ricetta che ho realizzato subito. Da noi non si usa cucinare il cavolo cosi.

Posta un commento