.

.

Tagliatelle di castagne alla ligure



Le castagne, sotto varie forme, si trovano spesso usate nella cucina regionale italiana, sia che si tratti di primi piatti, di secondi, o di dolci: dalle minestre  al tipico castagnaccio ligure o toscano, dalle fettuccine agli gnocchi, per non parlare dell'infinita varietà di dolci a base di castagne.

Cucina vegetariana: questa ricetta rientra nella dieta latto-ovo-vegetariana universalmente definita "classica".

Ingredienti (per 4 persone):
  • 250 g di farina di castagne
  • 250 g di farina "00""
  • 3 uova
  • 3 cucchiai di vino bianco (se ne può fare a meno, ma preferisco metterlo per eliminare
  •   l'odore d'uovo)    
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • acqua q.b.
Come procedere:

setacciate le due farine, versatele in una ciotola e formate un piccolo cratere, al centro del quale mettete le uova, il sale e il vino bianco.
Con una forchetta amalgamate gli ingredienti, aggiungendo gradatamente l'acqua e facendo in modo che tutta la farina venga incorporata nell'impasto. Trasferite la palla di pasta sulla spianatoia e lavoratela a mano fino ad ottenere un impasto sodo e omogeneo.
Fate riposare la pasta coperta con una terrina per 1/2 ora circa. Una volta pronta, stendetela con l'apposita macchina per la pasta, regolandola sulla terzultima tacca e avendo cura di cospargere di farina sia la superficie della spianatoia che quella della pasta.
Mettete le strisce di pasta, così tirata, ad asciugare sulla spianatoia prima di tagliarle con la macchina nella larghezza maggiore.
Bollite infine le tagliatelle in abbondante acqua salata, scolatele, irroratele con sufficiente olio extra vergine di oliva e conditele come preferite: in Liguria si mangiano con il  pesto o con la salsa di noci. Naturalmente, non deve mancare una buona spolverata di formaggio che, a seconda del condimento scelto, potrà essere parmigiano o pecorino.

Buon appetito


Stampa il post

Nessun commento:

Posta un commento