.

.

Crêpes con ripieno di spinaci



Le crêpes, o crespelle, o palatschinken come vengono chiamate in Austria e Germania, sono la base su cui si fonda questa ricetta, il ripieno di spinaci e stracchino è uno degli infiniti modi in cui le crêpes salate vengono farcite. Questo tipo di ripieno rende il piatto particolarmente appetitoso: vi suggerisco di provarlo.

Cucina vegetariana: questa ricetta rientra nella dieta latto-ovo-vegetariana universalmente definita "classica". 

Ingredienti per le crêpes (per 8 persone):
  • 250 g di farina "00"
  • 250 ml di latte
  • 250 ml di acqua
  • 3 uova
  • 1 pizzico di sale
  • olio di oliva o burro per la padella
Ingredienti per il ripieno:
  • 1 kg di spinaci
  • 500 g di stracchino
  • 60 g di burro
  • 40 g di uvetta
  • 20 g di pinoli
  • sale q.b.
Ingredienti per la besciamella:
  • 40 g di burro
  • 20 g di farina
  • 500 ml di latte
  • sale e noce moscata q.b.
Come procedere:

preparate innanzitutto la pastella per le crêpes: mettete la farina, il sale e le uova in una ciotola a bordi alti, mescolate brevemente con uno sbattitore manuale, quindi iniziate a versare il latte e l'acqua, lentamente e gradatamente, continuando a mescolare per evitare che si formino grumi e sino ad ottenere una pastella piuttosto liquida e liscia. Fate riposare l'impasto per circa 30 min.
Per cuocere le crêpes: versate un mestolino dell'impasto in una padellina antiaderente (circa 18 cm di diametro), unta con pochissimo olio e ben calda; con un leggero movimento rotatorio distribuite l'impasto omogeneamente sul fondo della padella, quindi fate dorare la crêpe da entrambe i lati (Foto 1-2). Continuate così fino ad esaurimento della pastella.
Preparate adesso il ripieno: pulite, lavate e sbollentate in acqua salata gli spinaci per 2 minuti. Scolateli bene e, quando si saranno raffreddati, strizzateli e tritateli con la mezzaluna; passateli in padella con il burro, aggiungendovi i pinoli e l'uvetta, fatta prima rinvenire in acqua tiepida. Lasciate raffreddare.
Nel frattempo, preparate la besciamella: mettete sul fuoco in un tegame il burro e la farina, e, mescolando con un cucchiaio di legno, lasciate che assuma un leggero colore nocciola; ora aggiungete gradatamente il latte e continuate a mescolare per evitare che si formino dei grumi. Finite, regolando di sale e di noce moscata.
Farcite ora le crêpes: suddividete gli spinaci in tanti mucchietti quante sono le crêpes che avete ottenuto e procedete a farcirle con il ripieno di spinaci, aggiungendo qualche pezzetto di stracchino e arrotolandole (Foto 3-4). Disponetele via via in una pirofila imburrata, mettete su ogni crêpes dei fiocchetti di stracchino e per ultimo versate la besciamella su tutta la superficie (Foto 5-6).


Fate cuocere in forno già caldo, a 200 gradi, per 30 minuti circa: il piatto dovrà presentarsi con una bella doratura sulla parte superiore.

Buon appetito


Baci di dama



Che rappresentino due labbra nell'atto di baciarsi, o che siano due biscottini semisferici "baciati" da una striscia di cioccolato, secondo quelle che sono le interpretazioni più correnti, poco importa.
Di certo si può dire che quando si mettono in bocca, e il biscotto e il cioccolato fondente cominciano ad amalgamarsi, il piacere che ne deriva è molto vicino a quello di un bacio. Cimentatevi e farete felice chi vi sta vicino.

Cucina vegetariana: questa ricetta rientra nella dieta latto-ovo-vegetariana universalmente definita "classica".

Ingredienti:
  • 100 g di nocciole tostate
  • 100 g di zucchero
  • 120 g di burro
  • 160 g di farina
  • 100 g di cioccolata fondente
Come procedere:

frullate le nocciole nel mixer per ridurle in farina, mettetele in una ciotola aggiungendo lo zucchero, la farina ed il burro, portato a temperatura ambiente e tagliato a pezzetti. Impastate a mano tutti gli ingredienti fino a formare un impasto omogeneo. Prelevate dall'impasto delle piccole parti di pasta e formate tante palline poco più grandi di una ciliegia, disponetele su una teglia foderata con carta da forno e cuocetele in forno preriscaldato a 180 gradi per 15/20 minuti.
Una volta sfornati, mettete a raffreddare i biscotti sulla griglia per dolci. Ora, fate fondere il cioccolato a bagnomaria, lasciatelo raffreddare sino a quando avrà raggiunto la  giusta consistenza (non deve essere troppo liquido), quindi, con un cucchiaino versatene un po' sul lato piatto di un biscotto e "appiccicatevi" sopra il lato piatto di un'altro biscotto, a mo' di panino imbottito. Disponete i baci di dama su un vassoio, via via che sono pronti, e se avete fretta di mangiarli metteteli per un'ora in frigo, altrimenti lasciateli pure fuori in un posto fresco. Conservate i biscotti in una scatola per dolci in metallo o in ceramica.

Buoni baci

Brioches lievitate (Buchteln austriaci)



Dolce che fa parte della cucina tradizionale austriaca ed ungherese, ma di origine boema, viene oggi preparato in diverse varianti a seconda delle regioni. La ricetta che vi propongo è presa da un vecchio ricettario scritto a mano da mia nonna paterna.

Cucina vegetariana: questa ricetta rientra nella dieta latto-ovo-vegetariana universalmente definita "classica".

Ingredienti (per 25 buchteln):
  • 500 g di farina 00
  • 25 g di lievito di birra
  • 50 g di zucchero
  • 50 g di burro per l'impasto e 50 g per la teglia
  • 1 uovo + 1 uovo per la spennellatura finale
  • 1 tuorlo
  • 1 pizzico di sale
  • 1/8 di latte tiepido
  • buccia grattugiata di un limone fresco, non trattato
  • marmellata di albicocche, prugne, o altro gusto q.b.
Come procedere:

mettete la farina in una ciotola, create al centro un cratere, sbriciolatevi il lievito e aggiungete sopra al lievito un cucchiaio di zucchero ed alcuni cucchiai di latte tiepido. Cospargete il cratere con abbondante farina, coprite la ciotola con un canovaccio ed attendete fino a quando il lievito avrà agito formando il classico fungo.
Nell'attesa, mettete il burro in un recipiente non molto grande e fatelo sciogliere nel microonde, facendo attenzione a non farlo scaldare, aggiungetevi l'uovo ed il tuorlo, il pizzico di sale, la buccia grattugiata del limone ed il latte tiepido rimasto. Mescolate bene e versate il tutto nella ciotola dove avete messo la farina a lievitare. Iniziate ad amalgamare tutti gli ingredienti energicamente con una forchetta, fino a che l'impasto non risulterà piuttosto colloso e comincerà a staccarsi dalle pareti della ciotola. Lasciate riposare per circa mezz'ora, coprendo con un canovaccio.
A questo punto l'impasto è pronto per essere lavorato: trasferitelo sulla spianatoia, cosparsa di farina e, prendendo con le mani infarinate piccole dosi di pasta, formate tante palline grandi come un uovo o poco più. Fate sciogliere abbondante burro in una teglia rettangolare a bordi alti (cm 30x20 circa), allargate bene ogni pallina di pasta sul palmo della mano, mettetevi al centro un cucchiaino di marmellata di albicocche o altro gusto a piacere, richiudete a fagottino, unendo fra di loro i lembi della pasta e stringendoli con le dita. Disponete via via i Buchteln così formati nella teglia, rotolandoli nel burro fuso e posizionandoli l'uno vicino all'altro, con la chiusura rivolta verso il basso.
Fate lievitare i Buchteln, coperti, fino a che non raddoppieranno di volume e cuoceteli in forno preriscaldato a 180 gradi per 30/40 minuti. Qualche minuto prima di sfornare spennellateli con un uovo leggermente sbattuto.
Fate raffreddare sulla griglia per dolci e quando si saranno raffreddati, se saranno stati bene imburrati, dovranno staccarsi facilmente l'uno dall'altro.
Infine disponete i Buchteln su un piatto e cospargeteli con abbondante zucchero a velo.
Questo dolce si presta ottimamente per la prima colazione, avendo cura di scaldarlo brevemente in forno o in una bistecchiera/tostapane.

Buon dolce


Vellutata di zucca Hokkaido - Kürbissuppe



Quando alcuni amici tedeschi mi portarono questa zucca, che non conoscevo e che aveva un bel colore arancione intenso, dicendomi che non era necessario togliere la buccia per cucinarla (grosso problema per molti) e che si mangiava tutto, rimasi un po' perplessa. Provai subito la ricetta che mi avevano consigliato e devo confessare che fu una piacevolissima sorpresa, sia per il palato che per il pochissimo tempo richiesto per realizzarla.

Cucina vegetariana: questa ricetta rientra nella dieta latto-ovo-vegetariana universalmente definita "classica".

Ingredienti (per 5-6 persone):
  • 1 zucca hokkaido (Kg. 1,300 circa)
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 cucchiaino di curry
  • 1/2 cucchiaino di zenzero fresco (1 cucchiaino, se in polvere)
  • 500 ml di brodo vegetale
  • 250 ml di panna fresca
  • sale q.b.
Come procedere:

lavate la zucca, privatela dei semi, aiutandovi con un cucchiaio da minestra, e tagliatela a pezzettoni lasciando anche la buccia.
Preparate 1/2 litro di brodo vegetale. Mettete la zucca in una casseruola con una parte del brodo vegetale, un po' di sale e uno spicchio d'aglio.
Lasciate cuocere a fuoco basso, con coperchio, sino a quando la zucca non si è tutta "spappolata". Frullate il tutto con il frullatore ad immersione. Aggiungete un cucchiaino di curry, 1/2 cucchiaino di zenzero fresco (o 1 cucchiaino di zenzero in polvere) e 250 cc. di panna fresca.
Regolate di sale e controllate la densità della zuppa, che deve essere quella di una vellutata, e quindi non troppo densa: eventualmente aggiungete ancora del brodo vegetale.
Servite calda, irrorando con un filo d'olio extra vergine di oliva e con qualche crostino di pane.

Buon appetito