.

.

Tagliatelle fatte in casa



Parlare di tagliatelle ed in genere di pasta fatta in casa, a volte, è come parlare di qualcosa particolarmente difficile da affrontare, eppure vi assicuro che, se si prende un minimo di dimestichezza sul modo di lavorare la farina, prepararle diventa un gioco da ragazzi. Oggi poi, con i moderni robot da cucina, tutto si riduce a saper riconoscere quale debba essere la giusta consistenza dell'impasto finale da cui ricavare le tagliatelle: questo infatti, dopo aver lavorato la farina, dovrà risultare piuttosto consistente così che non si appiccichi, quando lo si passerà con la macchina per formare le tagliatelle.
Provate e divertitevi a sorprendere i vostri amici.

Cucina vegetariana: questa ricetta rientra nella dieta latto-ovo-vegetariana universalmente definita "classica".

Ingredienti (per 4 persone):
  • 400 g di farina calibrata per sfoglie
  • 4 uova
  • 4 cucchiai di vino bianco
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • acqua: pochissima e solo se necessaria
Come procedere:

versate la farina in una ciotola e formate un piccolo cratere, al centro del quale metterete le uova, il sale e il vino bianco.
Con una forchetta amalgamate gli ingredienti facendo in modo che tutta la farina venga incorporata nell'impasto: se necessario aggiungete un po' d'acqua.
Trasferite l'impasto sulla spianatoia e lavorate a mano fino ad ottenere un impasto omogeneo (Foto 1). Fate riposare la pasta coperta con una terrina per un'ora circa.
Una volta pronto, tagliate il pane di pasta in pezzi, stendete per quanto possibile con il palmo della mano ogni singolo pezzo e passatelo con l'apposita macchina per la pasta in modo da ricavarne delle piccole sfoglie che poserete sulla spianatoia, avendo cura di cospargere di farina la superficie sia della spianatoia che della pasta (Foto 2-3-4).
Fate asciugare le sfoglie per circa mezz'ora, prima di tagliarle con la macchina nella forma desiderata (Foto 5-6).


Bollite le tagliatelle in abbondante acqua salata, scolatele, irroratele con sufficiente olio extra vergine di oliva  e conditele come meglio vi aggrada: questa volta ho usato la mia passata di pomodoro. Naturalmente, non deve mancare una buona spolverata di formaggio che, a seconda del condimento scelto, potrà essere parmigiano, pecorino o caciocavallo.

Buon appetito


Stampa il post

Nessun commento:

Posta un commento