.

.

Tagliatelle fatte in casa



Parlare di tagliatelle ed in genere di pasta fatta in casa, a volte, è come parlare di qualcosa particolarmente difficile da affrontare, eppure vi assicuro che, se si prende un minimo di dimestichezza sul modo di lavorare la farina, prepararle diventa un gioco da ragazzi. Oggi poi, con i moderni robot da cucina, tutto si riduce a saper riconoscere quale debba essere la giusta consistenza dell'impasto finale da cui ricavare le tagliatelle: questo infatti, dopo aver lavorato la farina, dovrà risultare piuttosto consistente così che non si appiccichi, quando lo si passerà con la macchina per formare le tagliatelle.
Provate e divertitevi a sorprendere i vostri amici.

Cucina vegetariana: questa ricetta rientra nella dieta latto-ovo-vegetariana universalmente definita "classica".

Ingredienti (per 4 persone):
  • 400 g di farina calibrata per sfoglie
  • 4 uova
  • 4 cucchiai di vino bianco
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • acqua: pochissima e solo se necessaria
Come procedere:

versate la farina in una ciotola e formate un piccolo cratere, al centro del quale metterete le uova, il sale e il vino bianco.
Con una forchetta amalgamate gli ingredienti facendo in modo che tutta la farina venga incorporata nell'impasto: se necessario aggiungete un po' d'acqua.
Trasferite l'impasto sulla spianatoia e lavorate a mano fino ad ottenere un impasto omogeneo (Foto 1). Fate riposare la pasta coperta con una terrina per un'ora circa.
Una volta pronto, tagliate il pane di pasta in pezzi, stendete per quanto possibile con il palmo della mano ogni singolo pezzo e passatelo con l'apposita macchina per la pasta in modo da ricavarne delle piccole sfoglie che poserete sulla spianatoia, avendo cura di cospargere di farina la superficie sia della spianatoia che della pasta (Foto 2-3-4).
Fate asciugare le sfoglie per circa mezz'ora, prima di tagliarle con la macchina nella forma desiderata (Foto 5-6).


Bollite le tagliatelle in abbondante acqua salata, scolatele, irroratele con sufficiente olio extra vergine di oliva  e conditele come meglio vi aggrada: questa volta ho usato la mia passata di pomodoro. Naturalmente, non deve mancare una buona spolverata di formaggio che, a seconda del condimento scelto, potrà essere parmigiano, pecorino o caciocavallo.

Buon appetito


Tortini al cioccolato con cuore fondente



Una delizia per gli amanti del cioccolato fondente, ma in genere per tutti coloro che amano il dolce. Non sono difficili da fare: richiedono solo un po' di attenzione specialmente in fase di cottura. Il bello dei "Tortini al cioccolato fondente" è che si possono preparare e conservare in freezer non cotti, in modo che quando se ne ha bisogno basta tirarli fuori, farli scongelare (circa due ore) e metterli in forno per cuocerli.
Sono piuttosto consistenti e quindi non li consiglierei come dolce al termine di un menù impegnativo.

Cucina vegetariana: questa ricetta rientra nella dieta latto-ovo-vegetariana universalmente definita "classica".

Ingredienti (per 4 tortini):
  • 80 g di burro
  • 10 g di cacao in polvere + altro cacao per cospargere gli stampini di alluminio
  • 150 g di cioccolato fondente
  • 20 g di farina
  • 1 pizzico di sale
  • 2 uova più 1 tuorlo
  • 90 g di zucchero a velo
Come procedere:

mettete il cioccolato fondente tagliato a pezzi in un pentolino e fatelo sciogliere a bagnomaria; aggiungete il burro, anch'esso a pezzetti, e mescolate bene il tutto sino ad amalgamare i due ingredienti.
In una ciotola capiente, sbattete con la frusta elettrica uova e zucchero per almeno 10 minuti: il composto dovrà risultare chiaro e spumoso. Incorporate, mescolando continuamente, il cioccolato e il burro fatti sciogliere prima, la farina e il cacao passati al setaccio, ed infine il sale.
Imburrate gli stampini di alluminio, sia sul fondo che sui lati, e cospargeteli con del cacao; versate il composto negli stampini in modo che siano riempiti per 3/4  e fate cuocere in forno preriscaldato a 180° per non più di 15 minuti.
È molto importante però seguire con attenzione la cottura, affinché l'interno del tortino rimanga cremoso così da assicurargli quella che è la sua principale caratteristica.
Tolti dal forno, appena tiepidi, capovolgeteli sul piatto da portata e cospargeteli di zucchero a velo. Serviteli caldi, accompagnati da una pallina di gelato alla crema o al fiordilatte.

Buon dolce

Pane con le noci



Ho mangiato il "pane con le noci" in una trattoria di Sestri Levante, in Liguria, e devo dire che, servito caldo come mi è stato offerto, in attesa del primo piatto, insieme alle olive taggiasche, preparate in salamoia e condite poi con olio, aglio e peperoncino, ha riscosso il mio apprezzamento e quello di tutti gli amici che erano con me, tanto che appena messo in tavola è sparito subito.

Cucina vegetariana: questa ricetta rientra nella dieta latto-ovo-vegetariana universalmente definita "classica".

Ingredienti:
  • 500 g di farina "0"
  • 1 cubetto di lievito di birra
  • 300 ml di acqua
  • 50 ml di olio extra vergine di oliva
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 e 1/2 cucchiaini di sale
  • 100 g di noci sgusciate
Come procedere:

mettete in una ciotola la farina, distribuite sulla farina, tutto attorno alla ciotola, le noci sminuzzate grossolanamente a mano; formate al centro un cratere, sbriciolatevi dentro il cubetto di lievito, spargetevi sopra lo zucchero, versatevi parte dell'acqua e coprite con una spolverata di farina. Aggiungete, mettendolo a lato del cratere, il sale, quindi coprite con un canovaccio e lasciate lievitare fino a quando si sarà formato il classico fungo.
A questo punto, con una forchetta, iniziate a mescolare aggiungendo via via il resto dell'acqua e l'olio. Continuate ad impastare con la forchetta per 5 minuti (o con la frusta elettrica dotata dei ganci per impastare) e quando si sarà formata una bella palla morbida ed omogenea, coprite la ciotola con un panno da cucina, lasciando lievitare per 30 minuti.
Ungete con poco olio una forma da plum cake di cm 28x10, disponetevi dentro l'impasto lievitato, schiacciandolo delicatamente per distribuirlo omogeneamente.
Coprite di nuovo con un panno e lasciate lievitare fino a quando l'impasto non avrà superato leggermente il bordo della teglia (il tempo necessario dipenderà dalla temperatura dell'ambiente).
Cuocete in forno preriscaldato a 250 gradi per 10 minuti e a 220 gradi per altri 30 minuti.
Sfornate, togliete dalla forma il pane e fatelo raffreddare mettendolo su una griglia.

Buon pane