.

.

Polpettine di sedano



Devo questa ricetta a mia cognata, fiorentina di nascita ma di parziale ascendenza siciliana, che mi ha sempre parlato di questo particolare piatto legato ai suoi ricordi d'infanzia. Dopo tanto, mi sono decisa a provarla e devo dire che l'esito, a detta dei "miei giudici", è stato sorprendentemente positivo. Ottima soluzione per un secondo piatto di rinforzo e come stuzzichino per un aperitivo.

Cucina vegetariana: questa ricetta rientra nella dieta latto-ovo-vegetariana universalmente definita
"classica".

Ingredienti (per circa 20 polpettine):
  • 1 sedano intero di ca. 500 g
  • 2 uova
  • 100 g di parmigiano grattugiato
  • 2 cucchiai di farina
  • sale e pepe q.b.
  • pangrattato q.b.
  • olio di oliva per friggere q.b.
Come procedere:

Lavate con cura le coste del sedano privandole dei filamenti che risulterebbero sgradevoli ed amari, tagliatele a pezzetti di circa 5 cm e fatele cuocere in acqua salata: il tempo di cottura dipenderà dalla qualità del sedano che comunque, alla fine, dovrà risultare piuttosto al dente.
Scolate il sedano e quando sarà freddo strizzatelo molto bene, quindi tritatelo con la mezzaluna  (non nel robot da cucina perché renderebbe il sedano una pappa acquosa).
Mettete il trito in una terrina capiente, aggiungete le uova, il formaggio grattugiato, la farina, il sale e il pepe, ed amalgamate bene il tutto. Prendete con un cucchiaio un po' del composto, passatelo nel pangrattato e, aiutandovi con le mani, formate delle polpettine poco più grandi di una noce .
Friggete le polpette di sedano in olio abbastanza caldo e, quando saranno dorate, mettetele su della carta da cucina per fare assorbire l'olio in eccesso.
Servite le vostre polpettine su un letto di insalatina fresca e, se li avete, dei pomodorini di Pachino disposti tutto intorno.

Buon appetito.

Il vino: sempre e comunque un vino bianco secco, ottimo anche un prosecco.

Stampa il post

Nessun commento:

Posta un commento