.

.

Paccheri gratinati con carciofi e besciamella



I paccheri li avevo in casa, graditissimo pensiero di un cugino napoletano, i carciofi me li aveva portati mio marito, appena raccolti nell'orto, e a me, questa mattina,  è solo bastato metterli assieme legandoli con un po' di besciamella e gratinandoli al forno. Il risultato è stato veramente sorprendente.

Cucina vegetariana: questa ricetta rientra nella dieta latto-ovo-vegetariana universalmente definita "classica".

Ingredienti (per 6 persone):
  • 400 g di paccheri
  • 5 carciofi
  • 1 cipolla media
  • 1 spicchio di aglio
  • 8 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 5 cucchiai di vino bianco
  • 6 cucchiai di parmigiano grattugiato
Ingredienti per la besciamella:
  • 100 g di burro
  • 50g di farina
  • 800 ml di latte
  • noce moscata q.b.
  • sale q.b.
Come procedere:

iniziate col preparare la besciamella: in un pentolino fate sciogliere il burro, aggiungete la farina, versate lentamente il latte, mescolando continuamente con un cucchiaio di legno e facendo bene attenzione che non si formino grumi. Per ultimo, aggiungete una leggera grattata di noce moscata e il sale: la besciamella dovrà risultare piuttosto fluida.
Mondate e lavate i carciofi, lasciandoli in acqua e limone perchè non anneriscano.
Mondate, lavate e tagliate finemente aglio e cipolla; fateli rosolare in una padella capiente con cinque degli otto cucchiaio di olio extra vergine di oliva. Scolate i carciofi, tagliateli a spicchi sottili e uniteli al soffritto, mescolate bene e fate cuocere a fuoco medio, coperto, per circa 7 minuti. Sfumate con il vino bianco, fate evaporare ed aggiungete il sale necessario.
Fate cuocere i paccheri al dente in abbondante acqua salata e due cucchiai di olio per evitare che i paccheri si attacchino fra di loro durante la cottura, scolateli e conditeli con olio extra vergine, qualche cucchiaio di besciamella e un terzo dei carciofi.
In una pirofila alternate a strati i paccheri, la besciamella, i carciofi ed il parmigiano grattugiato; fate un'altro strato come il primo, tenendo da parte qualche pezzo di carciofo con cui decorerete la superficie del piatto; cospargetevi sopra il parmigiano grattugiato rimasto e completate con alcuni fiocchetti di burro.
Fate cuocere in forno già caldo a 220 gradi per 30 minuti circa.

Buon appetito

Il vino: mio marito ha scelto un Fiano di Avellino (Fiano di Avellino), grande vino campano.

Stampa il post

Nessun commento:

Posta un commento