.

.

Strudel di verdure



E' uno “stuzzichino” molto gustoso, da preparare in occasione di un'aperitivo “allargato”, ma ottimo anche come antipasto o come piatto di sostegno ad un secondo di verdure. In realtà è una versione leggermente modificata delle “impanate siciliane”, che non tutti conoscono e che sull'Isola vengono preparate con vari tipi di ripieno: la differenza sta solo nel fatto che le “impanate” hanno la forma dei “panzerotti” o calzoni” e in questo caso allo “stuzzichino”viene data la forma dello strudel, con il vantaggio di poterlo poi tagliare a piccole trance. Il successo è dato prevalentemente dal ripieno che si prepara: più gustoso è quest'ultimo, più appetitoso riuscirà lo strudel.

Cucina vegetariana: questa ricetta rientra nella dieta latto-ovo-vegetariana universalmente definita "classica".

Ingredienti per l'impasto:
  • 500 g di farina 00
  • 1 cubetto di lievito di birra
  • 300 ml di acqua
  • 5 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 1 cucchiaino di sale 
  • 1 cucchiaino di zucchero
Ingredienti per il ripieno:
  • 500 g di bietole
  • 300 g di zucca
  • 1 melanzana
  • 1 cipolla
  • 2 spicchi di aglio
  • 50 g di pomodorini secchi
  • 5 cucchiai di pecorino grattugiato
  • 150 g di stracchino
  • sale e peperoncino q.b.
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di semi di sesamo
  • 5 cucchiai di olio extra vergine di oliva
Come procedere:

Per l'impasto, mettete in una ciotola la farina, formate un cratere al centro, sbriciolatevi il lievito e distribuitevi sopra un cucchiaino di zucchero, versatevi parte dell'acqua e cospargete con un velo di farina; aggiungete, mettendolo al lato del cratere, il cucchiaino di sale. Coprite la terrina con un canovaccio e lasciate lievitare fin quando non si sarà formato il tipico fungo.
Con una forchetta iniziate a mescolare aggiungendo via via il resto dell'acqua e l'olio. Quando tutto si sarà amalgamato trasferite l'impasto sulla spianatoia e impastate a mano per alcuni minuti; coprite di nuovo con un canovaccio e fate lievitare sino a che il volume della pasta non sarà raddoppiato  (il tempo occorrente dipende dalla temperatura dell'ambiente).
Per il ripieno, mondate e lavate bietole e cipolla, sbucciate zucca e spicchi d'aglio; fate rinvenire in poca acqua tiepida i pomodorini secchi;  lavate e asciugate la melanzana, tagliatela a cubetti e friggetela in olio extra vergine di oliva profondo, facendo assorbire l'olio in eccesso su carta da cucina. Sbollentate la zucca, fatela scolare bene dell'acqua e schiacciatela con una forchetta; sbollentate anche le bietole, in acqua salata e quando si sono raffreddate strizzatele bene.
In una wok mettete i cinque cucchiai di olio extra vergine e fatevi rosolare la cipolla e l'aglio tagliati a fettine sottili; aggiungetevi la zucca sbollentata e quando la zucca si sarà bene asciugata, aggiungete le bietole tagliate grossolanamente.
Per ultimo, mettete i pomodorini sminuzzati, le melanzane fritte, sale e peperoncino q.b. e il pecorino grattugiato; mescolate bene e lasciate raffreddare.
A questo punto, dividete l'impasto lievitato e il ripieno di verdura in quattro parti; stendete ogni pezzo di pasta con il mattarello e formate quattro quadrati di 28 cm. circa; disponete al centro di ogni quadrato la relativa dose di ripieno, distribuendolo in modo che un lato del quadrato resti libero;
chiudete ogni quadrato a portafoglio, ungendo con un po' di olio i due lembi di pasta che vengono sovrapposti; chiudete anche, schiacciando leggermente con i rebbi di una forchetta, le due estremità di ogni strudel. Mettete gli strudel su una grande teglia ricoperta da carta da forno;  lasciateli lievitare per 20 minuti circa; infornate a forno preriscaldato a 220° e cuocete per 30/40 minuti.
A metà cottura, spennellateli con un'emulsione preparata con un uovo e un cucchiaio di olio extra vergine, e cospargeteli in superficie con i semi di sesamo.
A cottura terminata gli strudel dovranno avere un bel colore dorato.
Il ripieno di questi strudel potrà logicamente variare a seconda dei gusti e delle verdure di stagione.
Il successo è comunque assicurato!

Buon appetito

Stampa il post

Nessun commento:

Posta un commento