.

.

Ossibuchi al limone



Gustosissimo piatto a base di carne che, accompagnato con un adeguato e ricco contorno, può essere servito come sostanzioso piatto unico.
Importante: se avete un macellaio di fiducia chiedete ossibuchi di bestia giovane, con un giusto rapporto fra carne e tessuto connettivo, e con l'osso che all'interno non sia troppo spugnoso ma ricco di midollo.

Ingredienti (per 6 persone):
  • 6 ossibuchi
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • 1 scalogno grande, o 1 cipolla media
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 50 g di farina
  • 40 g di burro
  • 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 150 ml di vino bianco secco
  • acqua q.b. per cuocere gli ossibuchi
  • la buccia di un quarto di limone
  • sale e pepe q.b.
Come procedere:

pulite e tritate finemente carota, sedano e cipolla o scalogno. Nel tegame dove cuocerete gli ossibuchi, fate soffriggere delicatamente il battuto, spegnetelo con il vino bianco e lasciatelo sulla fiamma ancora qualche minuto.
Infarinate da ambo i lati gli ossibuchi e fateli dorare con il burro in una padella a parte. Salateli, trasferiteli nel tegame con il soffritto e aggiungete l'acqua necessaria per una cottura di circa due ore, a fuoco lento e a tegame coperto. Per controllare la cottura degli ossibuchi, pungeteli con una forchetta. A cottura ultimata, aggiungete e mescolatevi la buccia di limone grattugiata (non eccedete) e il prezzemolo tritato.
Trasferite sul piatto da portata, possibilmente preriscaldato, e accompagnate con un pure' di patate, con del riso in bianco o con piselli in umido (vedi foto ingredienti).

Il vino: una Bonarda o uno scintillante Lambrusco Mantovano si accompagnano bene con un piatto del genere.

Buon appetito

Stampa il post

Nessun commento:

Posta un commento