.

.

Frittata con cime di ravanelli



Credevo di aver avuto una idea esclusiva, quando ho deciso di fare una frittata con le cime dei ravanelli, già da noi utilizzate in insalata insieme ad altre erbe, ma una signora anziana del paese dove abito ha subito smorzato il mio entusiasmo raccontandomi che quando era piccola sua nonna preparava diversi piatti, dalla frittata, al risotto, alla minestra, servendosi di questa verdura. Pazienza se non ho l'esclusiva di questo piatto! Vi consiglio comunque di farlo, se trovate dei ravanelli con le cime fresche e "croccanti": ce ne vogliono abbastanza perché una volte sbollentate si riducono a poca cosa.

Cucina vegetariana: questa ricetta rientra nella dieta latto-ovo-vegetariana universalmente definita "classica".

Ingredienti (per 4 persone):
  • 4-5 mazzetti di ravanelli freschissimi
  • 1 cipolla piccola
  • 4 uova
  • 4 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 2 cucchiai di pan grattato
  • 4-5 rametti di maggiorana
  • 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • sale q.b.
Come procedere:

staccate le cime dei ravanelli tagliandole alla base, in modo cioè che le foglie rimangano  tutte attaccate insieme, lavatele e sbollentatele in acqua salata per 2 minuti, scolatele, fatele raffreddare, strizzatele e tagliatele grossolanamente
Nella padella dove farete la frittata, fate rosolare nell'olio la cipolla mondata, lavata e tagliata a fettine sottili; aggiungete la verdura e fate insaporire, mescolando per qualche minuto.
Mettete in una terrina le uova e sbattetele con il minipimer, aggiungete il parmigiano, il pane grattugiato, la maggiorana e il sale; amalgamate il tutto, versate il composto in padella e cuocete la frittata da entrambi i lati, aiutandovi con un piatto per girarla.
Guarnite la vostra frittata con dei ravanelli e altre verdure di stagione, e servitela come stuzzichino o come secondo piatto.

Buon appetito

Stampa il post

Nessun commento:

Posta un commento