.

.

Torta di zucca e bietole



E' una torta a base di verdure che si trovano tutto l'anno e quindi preparabile in qualunque stagione. Se la fate in estate, accompagnatela con una insalata di pomodori. In altre stagioni, delle patatine al forno, o in tegame, insaporite con del rosmarino si abbinano perfettamente. Si può mangiare anche a temperatura ambiente, ma vi suggerisco di intiepidirla leggermente.

Cucina vegetariana: questa ricetta rientra nella dieta latto-ovo-vegetariana universalmente definita "classica".

Ingredienti per la pasta:
  • 300 g di farina "00"
  • 130 ml di acqua
  • 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 1/2 cucchiaino di sale
Ingredienti per il ripieno (per 8-9 persone):
  • 600 g di zucca pulita
  • 200 g di bietole
  • 150 g di "prescinseua", o ricotta
  • 100 g di parmigiano grattugiato
  • 50  g di funghi secchi
  • 4 uova
  • 1 cipolla piccola
  • 1 spicchio di aglio
  • 70 g di burro
  • noce moscata, sale, pepe q.b.
  • olio extra vergine di oliva q.b.
Come procedere:

Preparate prima di tutto la pasta: mettete in una ciotola la farina, createvi un piccolo cratere (la "fontanella"), versatevi dentro, senza farli uscire dal bordo, l'acqua, il sale e l'olio, e con una forchetta amalgamate bene il tutto sino a che non avrete incorporato tutta la farina e formato una palla di pasta. Trasferite quest'ultima sulla spianatoia e continuate ad impastare a mano in modo da ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Coprite la pasta con una terrina e lasciatela riposare per circa un'ora.
Nell'attesa preparate il ripieno: private la zucca della buccia (questa operazione vi riuscira' piu' semplice mettendo la zucca tagliata a pezzi nel forno caldo per circa mezz'ora), tagliatela a pezzi grossi, lessatela a vapore (non in acqua perchè  risulterebbe troppo bagnata), mettetela in una ciotola e schiacciatela con una forchetta o con uno schiacciapatate. Tagliate finemente la cipolla e l'aglio, fateli rosolare con il burro in una padella abbastanza grande, aggiungetevi la polpa della zucca, salate e, mescolando con un cucchiaio di legno, lasciate insaporire per circa 10 minuti. Fate raffreddare, trasferite la zucca in una ciotola, aggiungete la "prescinseua", il parmigiano grattugiato, i funghi secchi fatti rinvenire in acqua calda e tritati, la maggiorana tritata e le bietole, sbollentate, strizzate e tritate. A parte, sbattete le uova, aggiungetele al composto, regolate di sale e noce moscata e amalgamate bene tutto il ripieno.
Ora, dividete in due parti uguali la pasta che avete messo a riposare: dal primo pezzo ricavate, stendendolo con il mattarello, una prima sfoglia piuttosto sottile  che poserete su una teglia ben oleata, lasciando che la pasta fuoriesca leggermente dai bordi (circa 2 cm). Stendetevi sopra il ripieno e ricoprite con una seconda sfoglia, ricavata dall'altro pezzo di pasta, lasciando che anche questa volta debordi leggermente dalla teglia. Con la pasta in eccesso chiudete ora la torta formando tutto attorno il classico bordo, o cordoncino, di pasta. Irrorate bene la superficie della torta con olio extra vergine di oliva e fate cuocere in forno preriscaldato a 180° per un'ora circa. Controllate sempre, comunque, che la torta assuma un bel colore dorato.
La teglia di rame che ho usata, e che si vede nella foto, è quella che in Liguria si adopera per cuocere la famosa farinata: la mia è una misura piccola (30 cm di diametro).

Il vino: qui da noi, in Liguria, con questa torta salata beviamo una Bianchetta del Tigullio o un Pigato della Riviera di Ponente, che bene si abbina con il sapore  delicato della zucca. Se si desidera invece un bianco di maggior corpo e gradazione trovo che un Lugana sia, sempre secondo i miei gusti, da consigliare.

Buon appetito.

Polpette di recupero



A chi non capita di trovarsi nel frigo degli avanzi di arrosto o di bollito dopo avere avuto a pranzo il giorno prima parenti od amici?
Ecco, allora, un rapido e comodo modo per riciclare il tutto realizzando un secondo piatto appetitoso, che fa anche la sua bella figura.

Ingredienti:
  • avanzo di arrosto o bollito
  • 3 patate
  • 200 g di fagiolini
  • 2 uova
  • 50 g di parmigiano grattugiato
  • 200 g di pangrattato
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • sale e pepe q.b.
  • olio di oliva per friggere
Come procedere:

Tagliate a pezzetti l'arrosto o il bollito avanzati e macinateli nel robot da cucina. Pelate, lavate e lessate, possibilmente a vapore, le patate; schiacciatele con una forchetta e lasciatele raffreddare
Spuntate, lavate e lessate in acqua salata i fagiolini, avendo cura di lasciarli al dente, quindi tagliateli grossolanamente con la mezzaluna.
Mettete in una terrina la carne macinata, le patate schiacciate e i fagiolini. Aggiungete il parmigiano grattugiato, l'aglio e il prezzemolo tritati e, per ultimo, le uova.
Con una forchetta amalgamate il tutto, regolando di sale e pepe.
Formate ora le polpette e, dopo averle passate nel pangrattato, friggetele in olio dioliva a fuoco moderato. Man mano poi che sono pronte, mettetele su carta da cucina per far assorbire l'olio in eccesso.

Buon appetito