.

.

Torta di noci e caffè



La ricetta mi è stata data di recente da un'amica bavarese dal nome altisonante, Waltraud, e non ho resistito alla tentazione di metterla subito in lavorazione. Il risultato a detta dei miei giudici più severi, marito, figlio e relativa compagna, è stato più che soddisfacente.

Ingredienti:
  • 160 g di burro o margarina
  • 4 uova intere
  • 300 g di zucchero
  • 300 g di farina "oo"
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 150 g di noci sgusciate
  • 250 cc di caffè preparato con la moka
  • una punta di cannella in polvere, se piace
Come procedere:

montate a neve le chiare d'uovo con lo sbattitore elettrico usando le fruste ancora pulite.
In un'altra ciotola mettete lo zucchero, la margarina, i tuorli d'uovo e sempre con lo stesso sbattitore frullate bene sino a quando non si sarà formata una bella crema.
Aggiungete ora, poco alla volta e continuando a frullare a velocità ridotta, la farina, le noci, sgusciate e tritate nel robot da cucina, il lievito ed eventualmente la cannella. Infine incorporate gli albumi precedentemente montati a neve e per ultimo versate, poco alla volta, il caffè che avrete preparato in anticipo e fatto raffreddare. L'impasto risulterà piuttosto liquido, ma non preoccupatevi.
Imburrate e infarinate una teglia per dolci del diametro di 27 cm, versatevi il composto
e fate cuocere, in forno preriscaldato, per 50-60 minuti a 180 gradi.
Fate raffreddare sulla griglia per dolci e appena il dolce sarà freddo, spolveratelo con abbondante zucchero vanigliato.
Potete decorare la ciambella con gherigli di noce e chicchi di caffe ricoperti
di cioccolato.
Se preparate la torta in inverno accompagnatela ad una cioccolata calda con panna montata, se la fate in estate presentatela con una pallina di gelato di crema messa sopra e, naturalmente, con un bicchierino di vino dolce: in Italia in materia c'è di che scegliere.

Buon dolce.

Stampa il post

1 commento:

Anonimo ha detto...

in assoluta concordia con il verdetto dei giudici più severi, vi saluto e vi auguro buon anno, Cristiano

Posta un commento