.

.

Caponata


E' un piatto che può essere utilizzato come antipasto, ma anche come contorno ad un secondo a base di carne (cotolette, rosbif, arrosto), o abbinandolo ad uno sformato di patate o a delle crocchette di patate.
La ricetta che vi propongo l'ho appresa in Sicilia, patria della caponata: E' uno dei modi, ma non il solo, in cui ho avuto modo di gustarla andando sull'Isola. Non vi nascondo che ogni volta che l'assaporo è come immergermi per un attimo in quella indimenticabile atmosfera, fatta di immagini, sapori, profumi e sensazioni, che solo in Sicilia ho avuto modo di assaporare.

Cucina vegetariana: questa ricetta rientra nella dieta latto-ovo vegetariana universalmente definita "classica".

Ingredienti (per 8-10 persone):
  • 1 kg di melanzane (io preferisco quelle lunghe perché in Liguria, dove vivo, le tonde che si trovano al mercato non sono così saporite come quelle che ho mangiato in Sicilia)
  • 800 g di peperoni
  • 600 g di pomodori maturi
  • 2 cipolle
  • 1 cuore di sedano
  • 200 g di olive verdi siciliane in salamoia (da snocciolare)
  • 50 g di capperi sotto sale
  • 5 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 1/2 bicchiere di aceto buono
  • 1 - 2 cucchiai di zucchero
  • sale q.b.
  • olio di oliva, per friggere
Come procedere:

lavate e tagliate a cubetti abbastanza grandi le melanzane. Friggetele in olio di oliva e fate assorbire l'olio in eccesso su carta da cucina.
Lavate e tagliate a pezzetti non troppo piccoli i peperoni, privandoli prima dei semi e dei filamenti interni. Friggeteli in olio di oliva e metteteli su carta da cucina per eliminare l'olio in eccesso.
Sbucciate, lavate e tagliate a fettine le cipolle, soffriggetele in un grande tegame con i 5 cucchiai di olio extra vergine di oliva e i 3 cucchiai di acqua, sino a quando non siano diventate trasparenti.
Aggiungete i pomodori tagliati a pezzetti, dopo averli immersi in acqua bollente per alcuni minuti per privarli della pelle.
Lavate, tagliate a pezzetti anche il cuore di sedano, aggiungetelo nel tegame e continuate a cuocere il tutto, mescolando di tanto in tanto, in modo da fare asciugare il pomodoro, ma lasciando che il sedano resti croccante.
A questo punto, aggiungete le melanzane e i peperoni fritti, le olive snocciolate e tagliate a pezzetti, e infine i capperi, dopo averli passati sotto l'acqua corrente per togliere loro il sale. Mescolate bene con un cucchiaio di legno, regolate di sale e fate insaporire il tutto per un paio di minuti.
Sciogliete ora lo zucchero in mezzo bicchiere di buon aceto e versatelo nel tegame per sfumare la caponata.
A cottura ultimata trasferitela in un grande piatto da portata e tenetela in frigorifero sino a poco prima di servirla: E' un piatto che va preparato un giorno avanti per dare modo ai diversi ingredienti di amalgamarsi fra di loro e raggiungere una perfetta armonia di gusti .

Il vino: ci vuole un vino corposo, ma carico dei sapori e profumi del Sud: Nero d'Avola, Primitivo di Manduria, Cirò rosso tanto per citarne alcuni.

Buon appetito

Stampa il post

Nessun commento:

Posta un commento