.

.

Pomodori al forno


E' un saporitissimo antipasto estivo che si può preparare il giorno prima e servire freddo o appena tiepido. L'importante è trovare dei pomodori che all'interno non siano troppo acquosi:
io ho usato un tipo che chiamano "Cencara".

Cucina vegetariana: questa ricetta rientra nella dieta latto-ovo-vegetariana universalmente definita "classica".

Ingredienti (per 8-10 persone):
  • 20 pomodori del tipo ovale
  • 3 spicchi d'aglio
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 50 g di capperi sotto sale
  • 1 peperoncino piccante
  • 150 ml di olio extra vergine di oliva
  • sale q.b.
Come procedere:

Tagliate i pomodori a metà, nel senso della lunghezza, privateli della loro polpa e metteteli a sgocciolare capovolti sul tagliere.
Mondate e lavate il prezzemolo, dissalate i capperi, sciacquandoli sotto l'acqua, sbucciate l'aglio e aggiungete il peperoncino. Tritate tutto con la mezzaluna, poi mettete il trito ottenuto in una ciotola e conditelo con abbondante olio extra vergine di oliva.
Ungete con un po' d'olio extra vergine una grande teglia e disponetevi sopra i mezzi pomodori con il lato tagliato rivolto verso l'alto, spargetevi sopra un po' di sale e infornate, a forno preriscaldato, per circa 50 minuti a 240°-260°. Quando i pomodori cominceranno ad appassire, tirate fuori la teglia e con un cucchiaino distribuite sui mezzi pomodori il condimento preparato prima. Reinfornate mantenedo la stessa temperatura fino a quando i pomodori non risulteranno ben appassiti.

Buon appetito

Caponata


E' un piatto che può essere utilizzato come antipasto, ma anche come contorno ad un secondo a base di carne (cotolette, rosbif, arrosto), o abbinandolo ad uno sformato di patate o a delle crocchette di patate.
La ricetta che vi propongo l'ho appresa in Sicilia, patria della caponata: E' uno dei modi, ma non il solo, in cui ho avuto modo di gustarla andando sull'Isola. Non vi nascondo che ogni volta che l'assaporo è come immergermi per un attimo in quella indimenticabile atmosfera, fatta di immagini, sapori, profumi e sensazioni, che solo in Sicilia ho avuto modo di assaporare.

Cucina vegetariana: questa ricetta rientra nella dieta latto-ovo vegetariana universalmente definita "classica".

Ingredienti (per 8-10 persone):
  • 1 kg di melanzane (io preferisco quelle lunghe perché in Liguria, dove vivo, le tonde che si trovano al mercato non sono così saporite come quelle che ho mangiato in Sicilia)
  • 800 g di peperoni
  • 600 g di pomodori maturi
  • 2 cipolle
  • 1 cuore di sedano
  • 200 g di olive verdi siciliane in salamoia (da snocciolare)
  • 50 g di capperi sotto sale
  • 5 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 1/2 bicchiere di aceto buono
  • 1 - 2 cucchiai di zucchero
  • sale q.b.
  • olio di oliva, per friggere
Come procedere:

lavate e tagliate a cubetti abbastanza grandi le melanzane. Friggetele in olio di oliva e fate assorbire l'olio in eccesso su carta da cucina.
Lavate e tagliate a pezzetti non troppo piccoli i peperoni, privandoli prima dei semi e dei filamenti interni. Friggeteli in olio di oliva e metteteli su carta da cucina per eliminare l'olio in eccesso.
Sbucciate, lavate e tagliate a fettine le cipolle, soffriggetele in un grande tegame con i 5 cucchiai di olio extra vergine di oliva e i 3 cucchiai di acqua, sino a quando non siano diventate trasparenti.
Aggiungete i pomodori tagliati a pezzetti, dopo averli immersi in acqua bollente per alcuni minuti per privarli della pelle.
Lavate, tagliate a pezzetti anche il cuore di sedano, aggiungetelo nel tegame e continuate a cuocere il tutto, mescolando di tanto in tanto, in modo da fare asciugare il pomodoro, ma lasciando che il sedano resti croccante.
A questo punto, aggiungete le melanzane e i peperoni fritti, le olive snocciolate e tagliate a pezzetti, e infine i capperi, dopo averli passati sotto l'acqua corrente per togliere loro il sale. Mescolate bene con un cucchiaio di legno, regolate di sale e fate insaporire il tutto per un paio di minuti.
Sciogliete ora lo zucchero in mezzo bicchiere di buon aceto e versatelo nel tegame per sfumare la caponata.
A cottura ultimata trasferitela in un grande piatto da portata e tenetela in frigorifero sino a poco prima di servirla: E' un piatto che va preparato un giorno avanti per dare modo ai diversi ingredienti di amalgamarsi fra di loro e raggiungere una perfetta armonia di gusti .

Il vino: ci vuole un vino corposo, ma carico dei sapori e profumi del Sud: Nero d'Avola, Primitivo di Manduria, Cirò rosso tanto per citarne alcuni.

Buon appetito

Mousse al cioccolato



L'occasione per fare questa mousse è nata dal fatto che avevo parecchia cioccolata in casa e, dato che evitiamo di mangiarne per non aggiungere altre calorie alla nostra "dieta" di per sè già troppo "calorosa", ho pensato bene che presentandola sotto forma di mousse avrei potuto eludere le conseguenze negative di questa proverbiale tentatrice.
Dubito di esserci riuscita, ma vi assicuro che il risultato val bene una tale furbizia.

Cucina vegetariana: questa ricetta rientra nella dieta latto-ovo-vegetariana universalmente definita "classica".

Ingredienti per la mousse (per 4 persone):
  • 100 g di cioccolato fondente (74%)
  • 3 uova
  • 20 g di zucchero a velo vanigliato
  • 50 ml di liquore Cointreau
  • 20 g di zucchero semolato
  • 125 ml di panna da montare
Ingredienti per decorare:
  • 125 ml di panna da montare
  • scaglie di cioccolata medio amara, per decoro
Come procedere:

separate i tuorli d'uovo dagli albumi. Con lo sbattitore elettrico pulito montate a neve per prima cosa gli albumi
incorporandovi lentamente lo zucchero semolato: gli albumi dovranno risultare durissimi. Con la stessa frusta elettrica (non occorre lavarla) montate la panna e, in un pentolino a bagnomaria, fate sciogliere la cioccolata.
In una terrina, mettete i tuorli che avete separato, aggiungete lo zucchero a velo vanigliato ed il Cointreau, e ancora con la frusta non lavata sbattete bene questi ingredienti. Ora, usando la bassa velocità, incorporatevi lentamente il cioccolato fuso. Riunite tutti gli ingredienti che avete montato in un unica terrina più grande e cioè: mettete insieme e nell'ordine, gli albumi montati a neve, i tuorli con il cioccolato e per ultimo la panna montata.
Sbattete ancora a velocità minima il tutto e dividete la mousse in quattro coppe.
Decorate con la panna rimasta e con scaglie di cioccolato.
Mettete in frigorifero almeno 3 ore prima di servire. E' una vera delizia.
Buon appetito