.

.

Ciambella di Pasqua


 

L'avvicinarsi della Pasqua è solo un motivo in più per preparare una dolce come questo, che possa sostituire degnamente la classica "colomba", quando non c'è, e rendere più completo il menùpasquale.
Questa ciambella, a cui per l'occasione ho dato il nome di "Ciambella di Pasqua", in realtà può essere preparata durante tutto l'anno, per qualsiasi ricorrenza, basta saperla presentare in modo adeguato: personalmente la faccio spesso come dolce da colazione. Non è molto impegnativo da preparare e se si seguono le indicazioni della ricetta riesce sempre bene.

Ingredienti:
  • 400 g di farina "00"
  • 300 g di zucchero
  • 150 g di burro
  • 4 uova
  • 100 g di uvetta
  • 125 ml di latte
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 2 bustine di vanillina
  • 1/2 fialetta di essenza di arancia 
  • pinoli, mandorle, granella di zucchero per la copertura
Come procedere:

come prima cosa, sbattete bene con la frusta elettrica gli albumi d'uovo a neve e teneteli da parte.
In un altro recipiente, dove avrete messo i tuorli separati precedentemente dagli albumi, aggiungete lo zucchero e il burro tagliuzzato a pezzetti, quindi con la frusta elettrica sbattete sino a quando non avrete ottenuto una crema spumosa. Mettete ora il lievito, la vanillina, le gocce di essenza di arancio e un po' per volta, alternandoli, la farina e il latte.
Aggiungete, dopo averla ben strizzata, l'uvetta precedentemente messa ad ammollare in acqua tiepida, amalgamate bene e per ultimo incorporate le chiare d'uovo a neve, servendovi di un cucchiaio di legno ed eseguendo un movimento dal basso verso l'alto, in modo che l'impasto rimanga spumoso.
Imburrrate e infarinate una teglia a forma di ciambella di cm.26 di diametro, versatevi l'impasto, cospargete la superficie di pinoli (2 cucchiai), di  mandorle (3 cucchiai, sminuzzate nel robot da cucina insieme a 2 cucchiai di zucchero) e di granella di zucchero (3 cucchiai). Cuocete per un'ora circa a forno preriscaldato (180°). Sfornate, levate la ciambella dalla teglia e mettetela a  raffreddare su una griglia per torte.
Per la presentazione vi consiglio d'arricchirla con qualcosa di tipicamente pasquale: la foto è un po' povera, ma ero impegnata su troppi fronti, per preparare il pranzo di Pasqua. Potreste, ad esempio, riempire il buco centrale con fili d'erba verde, con sopra un uovo sodo colorato, a mo' di nido d'uccelli e contornare tutta la ciambella con ovette di cioccolato.

Buon appetito e tanti Auguri.

Stampa il post

Nessun commento:

Posta un commento