.

.

Crêpes con ripieno di ricotta


Questa ricetta mi è stata tramandata da mia suocera, genovese di nascita ma vissuta per buona parte della sua vita in Sicilia, indubbia buongustaia e cuoca per passione. In questo piatto è riuscita a coniugare perfettamente le crêpes (crespelle, in italiano) con ingredienti e gusti tipicamente meridionali. È un secondo che vi consiglio di provare.

Cucina vegetariana: questa ricetta rientra nella dieta latto-ovo-vegetariana universalmente definita "classica".

Ingredienti (per 6-8 persone):

  • 6 uova
  • 3 cucchiai di farina "00"
  • 130 ml di latte
  • 600 g di ricotta
  • 9 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 2 cucchiai di prezzemolo tritato
  • 1 spicchio d'aglio
  • 750 g di passata di pomodoro
  • olio extra vergine di oliva q.b.
  • sale e pepe q.b.

Come procedere:

in una ciotola frullate con il minipimer le uova, la farina il latte e quanto basta di sale, quindi in una piccola padella antiaderente, appena unta con un filo d'olio extra vergine di oliva, versate un mestolino del composto e iniziate a preparare le crêpes cuocendole, a fuoco moderato, da entrambe i lati e proseguendo sino a che non avrete esaurito tutto il composto. Con le dosi suggerite si fanno 10 crêpes.
Ora preparate il ripieno: mettete in una terrina la ricotta, il parmigiano grattugiato, il prezzemolo tritato, l'aglio schiacciato, il sale e il pepe. Mescolate bene e iniziate a farcire mettendo il ripieno solo lungo l'asse centrale delle crêpes, come a formare un rotolino di ricotta, e proseguendo sino a che non avrete esaurito tutto il composto. Arrotolate ogni crêpe attorno al ripieno e disponetele affiancate in una pirofila, dopo avere messo sul fondo un discreto strato di passata di pomodoro. Ricoprite infine la superficie con la passata di pomodoro avanzata, spolverate con 4-5 cucchiai di parmigiano grattugiato, irrorate con un filo d'olio extra vergine di oliva e gratinate in forno preriscaldato a 230 gradi per circa 30 minuti.
Trasferite le crepes su un piatto da portata e servitele tiepide, guarnendo a piacere.

Buon appetito.

Stampa il post

Nessun commento:

Posta un commento