.

.

Frollini alla grappa


Questa ricetta di biscotti me l'ha fatta conoscere uno chef Veneto con il nome di "Sospiri di Treviso", ma non sono mai riuscita a trovare su Internet biscotti con questo nome. Considerato che la differenza fondamentale, rispetto ad altri frollini, è data dalla presenza di grappa tra gli ingredienti, allora mi è sembrato giusto chiamarli "Frollini alla grappa". Forse sono una variante dei celebri "Zaeti", che però son fatti con farina di granoturco.
Comunque, sono buonissimi e adatti per le ricorrenze festive ma anche per qualsiasi altra occasione.

Ingredienti:
  • 500 g di farina "00"
  • 175 g di zucchero
  • 100 g di burro
  • 150 ml di olio di oliva o di semi
  • 2 uova
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 bicchierino di grappa di buona qualità
  • 200 g di uvetta
  • 80 g di pinoli
  • zucchero a velo vanigliato q.b.
Come procedere:

in una ciotola capiente mettete la farina, lo zucchero e la bustina di lievito, quindi mescolate il tutto servendovi di una forchetta.
Formate al centro un piccolo cratere, mettetevi le uova, il burro tagliuzzato a pezzetti, l'olio e la grappa e, sempre con la forchetta, amalgamate bene tutti gli ingredienti. Aggiungete i pinoli e l'uvetta (fatta prima rinvenire in una ciotola con acqua tiepida e poi strizzata) e incorporateli all'impasto.
Trasferite l'impasto sulla spianatoia e impastate ora a mano velocemente. Attenzione: la pasta frolla necessita di un impasto veloce perchè non deve risentire troppo del calore delle mani.
Avvolgete la pasta in carta da forno e fatela riposare per un'ora circa in frigorifero.
Quando la pasta si sarà raffreddata ed avrà raggiunto la giusta consistenza, formate tanti mucchietti della grandezza di una noce e disponeteli su una placca di metallo rivestita con carta da forno.
Cuocete, a forno preriscaldato a 180-200°, per 20-30 minuti.
Appena si saranno raffreddati, passateli nello zucchero a velo vanigliato e conservateli in un contenitore di ceramica.

Un consiglio: potete farvi lo zucchero a velo vanigliato mixando nel robot da cucina del normale zucchero semolato con una bustina di vanillina.

Buon appetito.

Stampa il post

Nessun commento:

Posta un commento