.

.

Flan di bietole


Per lo più i flan di verdure a foglia verde si fanno con gli spinaci, ma nel nostro orto non si riesce a produrli ed allora ricorro alle bietole. E' considerato un secondo piatto, ma spesso lo presento anche come contorno a dei piatti di carne. Molte donne non lo fanno volentieri perchè temono che si "sieda" e non "gonfi", con un risultato finale ne bello, ne buono. Se si procede però con un po di attenzione l'esito è garantito.

Ingredienti:
  • 500 g di bietole lessate
  • 4 uova
  • 100 g di Parmigiano grattugiato
Per la besciamella:
  • 50 g di farina
  • 50 g di burro
  • 250 ml di latte
  • noce moscata q.b.
  • sale qb.

Come procedere:

preparate innanzi tutto la besciamella: in un pentolino, fate sciogliere a fuoco moderato i 50 g di burro, versatevi la farina e, mescolando continuamente, fate imbiondire lievemente i due ingredienti. Aggiungete poco alla volta, sempre mescolando, il latte freddo. Regolate di sale e noce moscata. Continuate la cottura, per circa due minuti, sino a quando la besciamella non risulterà piuttosto densa, come sempre quando la si usa per preparare un flan.
Ora pulite, lavate, lessate le bietole lasciandole al dente. Scolatele, fatele raffreddare e strizzatele bene per privarle il più possibile dell'acqua di cottura. In un robot mettete le bietole strizzate, le uova, il formaggio grattugiato, il sale, una grattatina di noce moscata e la besciamella che avete preparato prima.
Avviate il robot con tutti gli ingredienti sino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Imburrate e spolverate con del pane grattugiato una teglia per ciambella, versatevi il composto preparato, cospargete ancora la superficie a vista con altro pane grattuggiato e fiocchetti di burro. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa un'ora. Attenzione: non aprite il forno durante la cottura per evitare che il flan "si sieda". Solo a cottura quasi ultimata potrete fare una prova, per vedere se il flan è cotto, infilandovi uno stuzzicadenti.

Buon appetito.

Stampa il post

Nessun commento:

Posta un commento