.

.

Minestra di legumi secchi - "Mesciùa"


Come genovese di nascita non posso non presentare questo primo piatto che ho dovuto preparare perchè in dispensa mi era avanzato, ancora dall'inverno scorso, un pacchetto di granaglie miste che qui da noi si trovano già pronte, apposta per fare la "mesciùa".
Mi rendo conto che è un primo adatto più ad un clima invernale che alle attuali temperature,
ma abbiate pazienza e annotatevi questa ricetta per realizzarla quando sarà il momento.
E' un ottima, nutriente e salutare minestra che sono certa apprezzerete.

Ingredienti (per 5-6 persone):
  • 200 g di ceci
  • 100 g di orzo
  • 100 g di fagioli di vario tipo
  • 100 g di piselli
  • 100 g di lenticchie
  • 2 patate di media grandezza
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1 pezzetto di sedano
  • 6 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • sale e pepe macinato
  • 1,5 l. abbondante di acqua (per la cottura)
Come procedere:
Mettete ad ammollare le granaglie in acqua per una notte, con una punta di bicarbonato.
Il mattino dopo, preparate un trito di sedano, carota e cipolla e mettetelo a soffriggere, con l'olio di oliva, direttamente nella pentola dove cuocerete la "mesciùa", avendo cura di non soffriggerlo troppo e mescolandolo frequentemente. A fuoco sempre acceso, versate nella pentola circa un litro e mezzo di acqua e aggiungetevi le granaglie, dopo averle scolate e sciaquate un paio di volte sotto il rubinetto.
Di seguito, aggiungete le patate sbucciate e tagliate a piccoli pezzi. Regolate di sale, portate a bollore e fate cuocere lentamente, con coperchio, per 2-3-ore.
Servite la "mesciùa" in scodella, versandola sopra una o due fette di "Biscotto di Zoagli", o una galletta, e insaporendo ogni piatto con un cucchiaio di olio extra vergina di oliva e una macinata di pepe nero.
Buon appetito.
Stampa il post

Nessun commento:

Posta un commento