.

.

Blitz!


Abbiamo un nuovo ospite, Blitz.
E' ancora molto sospettoso, ma di grande appetito!
Col tempo faremo amicizia e allora si concederà per qualche altra foto.

Fiori di zucchine fritti in tempura


Questo è un piatto che si presta a fare da antipasto o da contorno ad un qualsiasi secondo con cui ritenete si abbini bene. Si può preparare anche come secondo, se inserite i fiori fritti in un "fritto misto alla italiana", come lo si fa in Liguria o in Piemonte (verdure varie di stagione, piccole cotolette di carne, latte dolce, "panissa", fette di mela, ecc.).

Ingredienti:
  • fiori di zucchine o di zucca
  • farina 00
  • acqua minerale gassata o birra, molto fredde
  • sale q.b.
  • olio extra vergine di oliva
Come procedere:

Per preparare la tempura, mescolate in una ciotola in parti uguali, la farina e l'acqua minerale o la birra, molto fredde. Fate riposare la tempura in frigorifero per 1 ora. Lavate e asciugate bene i fiori di zucchine o di zucca privati del pistillo interno, immergeteli uno alla volta nella tempura e,
aiutandovi con una forchetta, trasferiteli in una padella con abbondante olio extra vergine di oliva molto caldo. Lasciateli friggere sino a che non abbiano assunto un bel colore dorato quindi metteteli su carta da cucina per assorbire l'olio in eccesso.
Prima di servire cospargete con un po' di sale.
Buon appetito.

Peperonata


Aggiungo anche la mia versione di peperonata alla infinita lista di ricette che descrivono questo piatto direi nazionale. Quella che ho realizzato è abbastanza semplice, ma molto gustosa e piuttosto veloce. E' importante, come sempre in cucina, organizzarsi bene prima di iniziare:
in questo caso preparate subito tutte le verdure necessarie lavate e tagliate.

Ingredienti:
  • 700 g di peperoni
  • 300 g di cipolle
  • 300 g di patate novelle
  • 3-4 pomodori maturi o una lattina di polpa di pomodori da g 400
  • olio extra vergine di oliva
  • sale
  • peperoncini piccanti
Come procedere:

Pelate le patate, tagliatele a cubetti e soffriggetele, insieme alla cipolla affettata, in un tegame con olio extra vergine di oliva.
Lavate i peperoni e tagliateli a listarelle larghe un dito, lavate e spellate i pomodori, dopo averli immersi per qualche minuto in acqua bollente, tagliateli a pezzetti e aggiungeteli nel tegame insieme alle patate e alle cipolle fatte soffriggere precedentemente.
Aggiungete uno o più peperoncini e salate. Coprite e lasciate cuocere a fuoco moderato per venti minuti circa. Servite la peperonata fredda, é un ottimo contorno per delle polpette di carne o per accompagnare del riso bollito.
Buon appetito.

Minestra di legumi secchi - "Mesciùa"


Come genovese di nascita non posso non presentare questo primo piatto che ho dovuto preparare perchè in dispensa mi era avanzato, ancora dall'inverno scorso, un pacchetto di granaglie miste che qui da noi si trovano già pronte, apposta per fare la "mesciùa".
Mi rendo conto che è un primo adatto più ad un clima invernale che alle attuali temperature,
ma abbiate pazienza e annotatevi questa ricetta per realizzarla quando sarà il momento.
E' un ottima, nutriente e salutare minestra che sono certa apprezzerete.

Ingredienti (per 5-6 persone):
  • 200 g di ceci
  • 100 g di orzo
  • 100 g di fagioli di vario tipo
  • 100 g di piselli
  • 100 g di lenticchie
  • 2 patate di media grandezza
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1 pezzetto di sedano
  • 6 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • sale e pepe macinato
  • 1,5 l. abbondante di acqua (per la cottura)
Come procedere:
Mettete ad ammollare le granaglie in acqua per una notte, con una punta di bicarbonato.
Il mattino dopo, preparate un trito di sedano, carota e cipolla e mettetelo a soffriggere, con l'olio di oliva, direttamente nella pentola dove cuocerete la "mesciùa", avendo cura di non soffriggerlo troppo e mescolandolo frequentemente. A fuoco sempre acceso, versate nella pentola circa un litro e mezzo di acqua e aggiungetevi le granaglie, dopo averle scolate e sciaquate un paio di volte sotto il rubinetto.
Di seguito, aggiungete le patate sbucciate e tagliate a piccoli pezzi. Regolate di sale, portate a bollore e fate cuocere lentamente, con coperchio, per 2-3-ore.
Servite la "mesciùa" in scodella, versandola sopra una o due fette di "Biscotto di Zoagli", o una galletta, e insaporendo ogni piatto con un cucchiaio di olio extra vergina di oliva e una macinata di pepe nero.
Buon appetito.