.

.

Risotto con asparagi



Ieri, di ritorno da quello che lui chiama "un giro per vino", Vittorio mio marito è arrivato con dei magnifici asparagi verdi presi a Nogara, in provincia di Verona, dove compra anche il famoso riso Vialone Nano.
Non ho potuto fare a meno che coniugare insieme riso ed asparagi e ne è venuto fuori un gustosissimo risotto: il tutto innaffiato con un appropriato Lambrusco Mantovano d.o.c. che, sempre Vittorio, consiglia di provare.

Ingredienti (per 6 persone):
  • 500 g. di riso Vialone Nano (o, se preferite, 5 tazzine da caffè piene)
  • 1 Kg. di asparagi verdi o bianchi, a seconda dei gusti
  • 70 g. di burro di buona qualità
  • 1 cipolla bianca di medie dimensioni, meglio se scalogno
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco
  • 50 g. di Grana Padano grattugiato
  • acqua di bollitura degli asparagi, quanto basta per cuocere il riso
Come procedere:

L'operazione più lunga ed importante è la preparazione degli asparagi che va eseguita secondo quest'ordine:
  1. lavateli delicatamente sotto l'acqua
  2. eliminate, tagliandola con un coltello ben affilato, la base del gambo, circa 1-2 cm.
  3. separate, tagliandole sempre con un coltello, le punte dai gambi (circa 3-4 cm.)
  4. pelate i gambi, per privarli della pelle che è filacciosa
  5. tagliate i gambi in pezzetti di circa 3 cm., separando le parti finali più dure da quelle centrali più tenere
  6. fate bollire in acqua salata le parti più dure per circa 30 minuti, frullatele nel mixer e tenete da parte l'acqua di cottura
  7. lasciate crude le punte e le parti centrali dei gambi.
In un tegame, dove cuocerete il risotto, fate rosolare la cipolla tagliata a fettine sottili con 50 gr. di burro e un mestolino dell'acqua di cottura dei gambi che avete bollito in precedenza.
Dopo qualche minuto aggiungete i pezzetti delle parti centrali dei gambi e fateli insaporire insieme alla cipolla.
Ora, mettete il riso e, dopo averlo fatto rosolare per qualche minuto, spegnete con il mezzo bicchiere di vino bianco. Aggiungete i gambi che avete prima frullato e gradatamente la restante acqua di bollitura, mescolando di tanto in tanto e portando a cottura.
Attenzione: qualche minuto prima che sia completata la cottura aggiungete le punte degli asparagi, che avete tenuto da parte, e mantecate con il restante burro e il grana grattugiato.
Servite cercando di lasciare in superfice qualche punta d'asparago.

Buon appetito.


Stampa il post

Nessun commento:

Posta un commento