.

.

Malfatti


Si chiameranno pure "malfatti", ma vi posso assicurare che una volta messi in tavola ed iniziato ad assaggiarli il loro sapore delicato ma pieno smentirà da subito il nome inappropriato che gli è stato affibbiato.

Ingredienti:
  • 1 - 1,5 Kg. di spinaci, in alternativa bietole prive della costa o una confezione di spinaci surgelati.
  • 250 g. di ricotta
  • 2 uova intere
  • 3 cucchiai di farina
  • 4 cucchiai di formaggio grattugiato
  • sale, pepe, noce moscata q.b.
Come procedere:

dopo aver mondato e ben lavato gli spinci, cuoceteli con un bicchiere di acqua e un pugnetto di sale. Scolateli, strizzateli con cura e tagliuzzateli con la mezzaluna. Unitevi la ricotta e lavorate bene l'impasto col cucchiaio di legno, sino a farlo diventare omogeneo.
Aggiungete le uova, la farina, il formaggio grattugiato, il sale, il pepe e la noce moscata. Amalgamate tutto insieme, poi con l'impasto ottenuto formate delle palline che passerete nella farina.
Cuocete i malfatti per circa 3 minuti in acqua bollente, salata.Non vanno scolati nel colapasta ma tirati su dalla pentola con la schiumarola.
Conditeli con burro, imbiondito in padella, e qualche foglia di salvia.
Servite cospargendo con abbondante formaggio grattugiato.
Se per caso ne dovessero avanzare, il giorno dopo potrete passarli in forno, dopo averli ricoperti con una delicata besciamella, sino ad ottenere una leggera gratinatura.

Stampa il post

Nessun commento:

Posta un commento