.

.

Involtini di carne ripieni -"tomaxelle"


A Genova e dintorni gli involtini di carne vengono chiamati "tomaxelle", é un secondo piatto che si presta molto bene come piatto unico abbinato a del riso in bianco.

Ecco gli ingredienti per 5-6 persone:
  • 600 g: di vitello o vitellone, in 12 fettine sottili
  • 200 g. fra polpa di carne e salsiccia
  • 3 uova
  • 1 cipolla bianca
  • 1 spicchio di aglio tritato
  • 20 g. di funghi secchi, ammollati in acqua tiepida
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • 20 g. di formaggio grana grattugiato
  • 30 g. di mollica di pane, bagnata nel latte e strizzata
  • 1 mazzetto di maggiorana fresca tritata
  • noce moscata sale pepe q.b.
  • un mestolo di brodo e anche più
  • farina q.b. per infarinare gli involtini
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • 500 g. di riso Vialone Nano
Come procedere:

In una casseruola mettete a rosolare, in 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva, la cipolla tagliata a fette, l'aglio tritato , la polpa di carne, la salsiccia e i funghi secchi, prima ammollati in acqua tiepida e poi strizzati. Sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco, fate raffreddare e passate poi il tutto al mixer.
Con questa amalgama impastate, in una ciotola grande, il ripieno per gli involtini unendo le uova
(solo il tuorlo), il formaggio grana grattugiato, la mollica di pane bagnata nel latte e strizzata, la noce moscata, il pepe e la maggiorana tritata. Regolate di sale e mescolate con cura.
Mettete ora su ognuna delle fette di carne il ripieno diviso in 12 parti, arrotolate la carne e chiudete gli involtini alle due estremità con degli stuzzicadenti perché rimangano ben confezionati durante la cottura.
Passateli nella farina, rosolateli in padella, nell'olio bollente, Appena dorati, spegnete con l'altro mezzo bicchiere di vino bianco e aggiungete il mestolo di brodo caldo in modo da terminare la cottura dopo 20 minuti circa. Se durante la cottura si dovessero asciugare troppo, aggiungete un altro pò di brodo.
Le "tomaxelle" vanno servite calde, ricoperte dal fondo di cottura.
Dato che si abbinano bene con del riso in bianco, suggerisco di prepararlo così:
Bollite il riso, scolatelo bene e disponetelo in una forma a ciambella, leggermente unta con olio. Il riso va pressato con cura, così che quando lo si toglie dalla forma rimanga ben compatto sul piatto di portata. Disponete ora le "tomaxelle", private degli stuzzicadenti, tutte intorno alla ciambella di riso facendovi colare sopra una parte del sugo.
Se volete, decorate il buco centrale della ciambella di riso con dei rametti di maggiorana o altro erba aromatica.

Se lavorerete con passione ed entusiasmo vi accorgerete che "far della cucina" è coinvolgente.

Stampa il post

Nessun commento:

Posta un commento